Home > Emendamenti legge stabilita 2016

Emendamenti legge stabilita 2016

Emendamenti legge stabilita 2016

Anche con riferimento allo sport durante l'esame in sede referente sono intervenute varie novità. Le disposizioni recate dal disegno di legge di stabilità sulle amministrazioni territoriali concernono principalmente le nuove regole sul pareggio di bilancio, il concorso delle regioni agli obiettivi di finanza pubblica e, da ultimo, alcune norme di interesse delle province.

Tale saldo è quindi al netto delle voci attinenti all'accensione o al rimborso di prestiti e deve essere sia ex ante che ex post. Tale nuova regola contabile segna il sostanziale superamento , sia per le regioni per le quali peraltro la regola era già in parte stata introdotta con la legge di stabilità che per gli enti locali, del Patto di stabilità interno , che ha costituito finora la regola fiscale con cui è stato disciplinato il concorso degli enti territoriali agli obiettivi delle manovre finanziarie.

Per quanto riguarda le regioni il criterio del pareggio è più stingente rispetto a quanto già introdotto per il ; per gli enti locali esso implica maggiori spazi per i comuni, mentre determina una riduzione della capacità di spesa delle province e delle città metropolitane. La regola, infine, è accompagnata dalla introduzione di un meccanismo di flessibilità regionale per la spesa per investimenti: In tema di regole contabili vanno poi richiamati i commi da a , con i quali è stato inserito nel disegno di legge di stabilità quanto disposto dall'articolo 1 del decreto-legge 13 novembre , n.

Tale intervento segue alla sentenza della Corte Costituzionale n. Con le disposizioni recate dei suddetti commi l'impiego delle risorse suddette vien regolato in modo conforme alla sentenza. Con riguardo al secondo aspetto, i commi da a determinano le modalità e l'entità del concorso alla finanza pubblica delle Regioni e delle Province autonome per gli anni dal al In particolare essi:. Una specifica misura commi attiene alla riduzione del debito per le Regioni a statuto ordinario, per il quale il testo pervenuto alla Camera prevedeva un contributo di 1. Inoltre commi e sono stati attribuiti alla Regione siciliana milioni di euro per l'anno , nelle more della definizione di una intesa sui rapporti finanziari tra Stato e Regione siciliana medesima che aggiorni il concorso della Regione agli obiettivi di finanza pubblica.

Sono stati inoltre attribuiti alla Regione Valle d'Aosta 50 milioni di euro per l'anno , a compensazione della perdita di gettito dovuta alla rideterminazione dell'accisa sull'energia elettrica e sugli alcolici spettante alla regione in base a norme statutarie per il periodo , in attuazione di quanto stabilito nell'accordo 21 luglio sottoscritto tra Stato e Regione. Per quanto riguarda le province e le città metropolitane , il comma assegna un contributo in favore delle stesse nelle Regioni a statuto ordinario nell'importo complessivo di milioni di euro nell'anno , milioni di euro per ciascuno degli anni dal al e milioni di euro annui a decorrere dall'anno , di cui milioni di euro per l'anno , milioni di euro per ciascuno degli anni dal al e milioni di euro annui a decorrere dall'anno a favore delle province e milioni di euro a favore delle città metropolitane finalizzato al finanziamento delle spese connesse alle funzioni relative alla viabilità e all' edilizia scolastica.

Tale contributo è incrementato a milioni per il , milioni per ciascuno degli anni dal al e milioni di euro annui a decorrere dal Sono introdotte poi commi da a e disposizioni volte ad agevolare la gestione contabile e finanziaria delle province e delle città metropolitane , in considerazione del processo attuativo del riordino degli enti disposto dalla legge n. In particolare, analogamente a quanto già operato per l'annualità con l' articolo 1-ter del D. Sono inoltre dettate disposizioni commi , , , , circa la ricollocazione del personale delle Province e delle città metropolitane , a seguito del riordino delle funzioni amministrative delle province di cui alla legge n.

Si prevede, in particolare, la costituzione di un fondo per il , presso il Ministero dell'interno, con dotazione di 60 milioni di euro , di cui il 66 per cento è destinato alle province che non riescono a garantire il mantenimento della situazione finanziaria per il mentre il 34 per cento è volto a concorrere alla corresponsione del trattamento economico del predetto personale.

Sono, al contempo, dettate previsioni in ordine al trasferimento di personale provinciale al Ministero della giustizia. Con riguardo poi ai comuni si destinano comma 17 60 milioni del Fondo di solidarietà alle unioni e fusioni di comuni , si aumenta il contributo per i comuni che danno luogo alla fusione e si autorizzano comma i comuni istituiti dal per effetto di fusioni, nonché le unioni di comuni, ad assumere personale a tempo indeterminato nel limite del cento per cento della spesa relativa al personale di ruolo cessato dal servizio nell'anno precedente. Si prevede coma che gli spazi finanziari ceduti dalla Regione agli enti locali del proprio territorio sono assegnati tenendo conto prioritariamente delle richieste avanzate dai comuni con popolazione inferiore a 1.

Si escludono per l'anno nel saldo non negativo le spese sostenute dagli enti locali per interventi di bonifica ambientale , conseguenti ad attività minerarie, effettuati a valere sull'avanzo di amministrazione e su risorse rinvenienti dal ricorso al debito, per un limite massimo di 20 milioni di euro comma Si consente comma ai comuni di utilizzare integralmente , per gli anni e , i proventi delle concessioni edilizie e delle sanzioni previste dal testo unico delle disposizioni in materia edilizia escluse le sanzioni irrogate in caso di inottemperanza accertata all'ingiunzione alla demolizione di interventi eseguiti in assenza di permesso di costruire, in totale difformità da esso ovvero con variazioni essenziali per spese di manutenzione ordinaria del verde, delle strade e del patrimonio comunale, nonché per spese di progettazione delle opere pubbliche.

Uno specifico intervento commi concerne la gestione commissariale del piano di rientro di Roma capitale istituita dall' articolo 78 del decreto-legge n. Un ulteriore intervento commi concerne i fabbisogni standard , per i quali si semplifica la procedura per l'approvazione sia dei fabbisogni medesimi che delle relative note metodologiche prevista dal decreto legislativo n. In tema di giochi è previsto l'aumento del prelievo erariale unico PREU relativo a newslot dal 13 al 17,5 per cento; la percentuale destinata alle vincite è ridotta dal 74 al 70 per cento e videolottery - VLT dal 5 al 5,5 per cento , nonché la riapertura dei termini ai fini della regolarizzazione fiscale per emersione dei centri di raccolta on line di scommesse non autorizzati.

Si individua una procedura per accertare la stabile organizzazione in caso di raccolta delle scommesse per mezzo dei centri di trasmissione dati c. CTD , da assoggettare ad una ritenuta a titolo d'acconto nella misura del 25 per cento. Sono previsti bandi di gara per nuove concessioni riguardanti le scommesse sportive e non sportive, il Bingo ed i giochi a distanza. I concessionari per la raccolta delle scommesse e per la raccolta del gioco a distanza in scadenza al 30 giugno possono proseguire le loro attività fino alla sottoscrizione delle nuove concessioni, a condizione che presentino domanda di partecipazione ai nuovi bandi.

Dal è soppressa la riduzione di milioni di euro dei compensi spettanti ai concessionari e agli altri operatori di filiera della raccolta del gioco con newslot e videolottery. Per il la riduzione dei compensi si applica a ciascun operatore della filiera in misura proporzionale. È introdotta una nuova sanzione amministrativa di 20 mila euro in caso di violazione della norma che vieta l'installazione negli esercizi pubblici dei c. Entro il 30 aprile la Conferenza unificata Stato Regioni ed enti locali deve definire le caratteristiche dei punti vendita di gioco nonché i criteri per la loro distribuzione e concentrazione territoriale , al fine di garantire i migliori livelli di sicurezza per la tutela della salute, dell'ordine pubblico, della pubblica fede dei giocatori e prevenire il rischio di accesso dei minori.

La pubblicità del gioco che deve rispettare determinati vincoli. In particolare è vietata la pubblicità dei giochi con vincita in denaro nelle trasmissioni radiofoniche e televisive generaliste dalle ore 7 alle ore 22 di ogni giorno , con esclusione dei media specializzati individuati con decreto ministeriale, delle lotterie nazionali e delle sponsorizzazioni nei settori della cultura, della ricerca, dello sport, della sanità e dell'assistenza. Sono previste campagne di informazione e sensibilizzazione nelle scuole sui fattori di rischio connessi al gioco d'azzardo. Nel il rilascio del nulla osta per le newslot è consentito solo in sostituzione di apparecchi già esistenti.

A partire dal si prevede una riduzione del 30 per cento delle newslot rispetto agli apparecchi attivi al 31 luglio ; si prevede inoltre il passaggio entro il ad apparecchi con sistemi di gioco con controllo remoto analogamente alle VLT. Dal scatta la tassazione sul margine per i giochi di abilità a distanza 20 per cento , per le scommesse a quota fissa 18 per cento su rete fisica e 22 per cento a distanza , con esclusione delle scommesse ippiche. Dal la tassazione sul margine si applicherà anche per il Bingo a distanza 20 per cento. Presso il Ministero della salute è istituito il Fondo per il gioco d'azzardo patologico-GAP , con un dotazione di 50 milioni annui , al fine di garantire le prestazioni di prevenzione, cura e riabilitazione delle persone affette da tale patologia.

Con riguardo al settore della giustizia, il disegno di legge interviene su diversi aspetti, quali:. Sono inoltre introdotte disposizioni riguardanti i mutui contraibili dagli enti locali per edilizia giudiziaria comma Si prevede una disciplina concernente l'avvalimento di alcune tipologie di personale da parte degli uffici giudiziari comma L'intervento più ampio riguarda poi le procedure per l'indennizzo da irragionevole durata del processo, contenute nella c.

Si prevede il finanziamento di progetti per la realizzazione di ciclovie turistiche e ciclostazioni nonché per la sicurezza della ciclabilità cittadina comma e L'importo del finanziamento è stato notevolmente incrementato nel corso dell'esame alla Camera passando da 33 milioni di euro a 91 milioni di euro in tre anni. E' stato infine previsto uno stanziamento di 3 milioni di euro destinato alla progettazione e alla realizzazione di itinerari turistici a piedi denominati "cammini". Si prevede l'istituzione di un Fondo finalizzato all'acquisto diretto, ovvero per il tramite di società specializzate, degli automezzi adibiti al trasporto pubblico locale e regionale, finanziato con risorse già stanziate e, quindi, senza nuovi oneri comma Nel settore marittimo si rilevano innanzi tutto alcune riduzioni di spesa.

In particolare vengono ridotte le risorse statali per la regione Campania, per il finanziamento dei servizi di trasporto regionale marittimo comma nonché le risorse per la gestione e lo sviluppo dei sistemi informativi automatizzati del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, comma Viene infine soppresso il contributo ventennale per gli investimenti delle imprese marittime per il rinnovo e l'ammodernamento della flotta comma Si prevede inoltre che l'equiparazione alle strutture ricettive all'aria aperta, delle strutture organizzate per la sosta e il pernottamento di turisti all'interno delle proprie unità da diporto , ormeggiate nello specchio acqueo appositamente attrezzato c.

L'equiparazione comporta l'applicazione dell'aliquota IVA ridotta comma Viene abrogata la tassa sulle unità da diporto introdotta dall' articolo 16, comma 2, del decreto-legge n. Salva-Italia comma Merita di essere segnalata la disposizione che sospende fino al 30 settembre , in attesa del riordino della disciplina dei canoni demaniali marittimi, i procedimenti pendenti alla data del 15 novembre relativi alle concessioni demaniali marittime con finalità turistiche ricreative, con esclusivo riferimento a quelle inerenti la conduzione delle pertinenze demaniali , relativi a contenziosi sull'applicazione dei criteri di calcolo dei canoni.

La sospensione non si applica per i beni pertinenziali oggetto di procedimenti giudiziari penali comma Si prevede inoltre negli stessi porti la riduzione delle accise sui prodotti energetici per le navi che fanno esclusivamente movimentazione all'interno del porto comma Sempre con riferimento al trasporto stradale sono state introdotte disposizioni in tema di rottamazione di autoveicoli: Il finanziamento è pari a 5 milioni di euro commi Sono state inoltre introdotte alcune modifiche al codice della strada.

In particolare viene modificato l'art. E' novellato inoltre l' articolo , comma 1, del D. L'esportazione va documentata attraverso reimmatricolazione, comprovata dall'esibizione della copia della documentazione doganale di esportazione comma Ulteriori interventi riguardano la rimodulazione delle agevolazioni per l'autotrasporto. Si prevede in particolare: Sotto il profilo regolamentare viene inoltre reintrodotto l'obbligo di esibire la prova documentale con riferimento alle attività di trasporto internazionale di merci, ossia di un qualunque documento di accompagnamento delle merci previsto dalla normativa interna o internazionale di norma la lettera di vettura internazionale comma È stata introdotta infine una disposizione che prevede la possibilità per l'ACI di finanziare l'organizzazione del Gran Premio d'Italia di Formula 1 , comma Nel corso dell'esame in sede referente è stato eliminato il vincolo all'utilizzo esclusivo, per la finalità sopra indicata, delle risorse derivanti dall'attività di promozione sportiva dell'ACI, estendendo quindi l'ambito delle risorse utilizzabili.

Con riferimento al trasporto stradale è disposto infine un rifinanziamento complessivo per 6. Nel corso dell'esame in sede referente alla Camera sono state inserite ulteriori disposizioni riguardanti l' ANAS allo scopo di:. Si ricorda infine l'assegnazione di un contributo in favore delle Province e delle Città metropolitane delle Regioni a statuto ordinario nell'importo di milioni di euro annui a decorrere dall'anno finalizzato al finanziamento delle spese connesse alle funzioni relative alla viabilità e all' edilizia scolastica comma Si interviene inoltre su diversi aspetti riguardanti il contratto di programma tra Ministero delle infrastrutture e dei trasporti ed Enav estendendone la durata da tre a cinque anni in sede di prima applicazione la durata è fissata in 4 anni e prevedendo che i servizi di navigazione aerea forniti ai voli esonerati siano rimborsati dallo Stato ad Enav.

Viene inoltre eliminato dal contenuto necessario del Contratto di programma il riferimento ai servizi di rilevanza sociale resi in regime di non remunerazione dei costi e viene sostituito con il riferimento agli standard di sicurezza e qualità dei servizi erogati, anche in base alla normativa europea. Si abroga la disposizione che prevede il parere delle Commissioni parlamentari competenti sullo schema di contratto di programma. Si prevede inoltre che le disposizioni in materia di corrispettivi a carico delle società di gestione aeroportuale relativamente ai servizi antincendio negli aeroporti si interpretano nel senso che dalle stesse non sorgono obbligazioni di natura tributaria comma Si prevede inoltre che l'addizionale sui diritti d'imbarco sugli aeromobili è incrementata a decorrere dall'anno di 50 centesimi di euro a passeggero imbarcato.

Un apposito fondo, alimentato dalle società aeroportuali in proporzione al traffico generato, concorra al medesimo fine per 30 milioni di euro annui. Nelle more, è assicurato un contributo di 70 milioni di euro per il , al fine di assicurare la continuità operativa della società comma Si prevede inoltre il differimento al 31 dicembre del blocco, scaduto il 31 dicembre , delle azioni esecutive nei confronti delle imprese esercenti il trasporto ferroviario regionale nella regione Campania ed interessate dal piano di rientro dalla situazione di disavanzo comma E' stata introdotta inoltre una disposizione che trasferisce direttamente a Ferrovie dello Stato Italiane S.

Di interesse è anche la disposizione di cui al comma che dispone, anche facendo esplicito riferimento alla privatizzazione del gruppo Ferrovie dello Stato italiane, che prima della privatizzazione di quote di società direttamente o indirettamente di proprietà dello Stato si preveda la presentazione di una relazione al Parlamento contenente precisi elementi informativi in termini di impatto economico, industriale, occupazionale e sociale.

L'intervento sicuramente più significativo è il contributo in conto impianti a rete ferroviaria italiana per un importo pari a milioni di euro per l'anno , milioni per l'anno e 7. Viene soppressa l'Unità tecnica finanza di progetto UTFP , le cui funzioni sono trasferite al Dipartimento per la programmazione e il coordinamento della politica economica DIPE della Presidenza del Consiglio dei Ministri, in cui è attualmente incardinata comma Viene, inoltre, inserita una nuova disciplina sulle procedure di verifica dell'utilizzo dei finanziamenti per la realizzazione di interventi e programmi pubblici ed è istituito un "Fondo per la riprogrammazione degli investimenti per la crescita" FRIC , a cui affluiscono le risorse dei finanziamenti revocati, la cui assegnazione viene effettuata dal CIPE per spese in conto capitale, anche su di un arco temporale pluriennale.

Le risorse provenienti dal Fondo per lo sviluppo e la coesione FSC , saranno incluse in una sezione speciale del Fondo comma La disposizione di maggior rilievo è rappresentata dalla riduzione del canone che il canone Rai. Per il esso è ridotto a euro rispetto a ,50 per il ; si introduce una nuova presunzione di possesso dell'apparecchio televisivo, ai fini dell'accertamento di situazioni di evasione del pagamento del canone: Nel corso dell'esame in sede referente sono stati precisati i presupposti della presunzione: Vengono infine precisate le misure scambio di informazioni e messa a disposizione di documenti necessarie per un agevole accertamento.

Queste ultime risorse sono destinate all'esenzione dall'imposta per gli ultra settantacinquenni con reddito inferiore a 8. In tale Fondo confluiscono anche le risorse iscritte nello stato di previsione del MISE relative ai contributi per le emittenti radiofoniche e televisive locali. Una quota parte di tali introiti, non superiore a 50 milioni di euro, è infine destinata al Fondo per la riduzione della pressione fiscale commi Con riferimento al settore delle telecomunicazioni , si prevede inoltre l'istituzione, presso il Ministero dello sviluppo economico, di un "Fondo per il riassetto dello spettro radio" con una dotazione di euro Scopo del Fondo è la realizzazione di attività di studio, verifiche tecniche ed interventi in tema di attribuzione di frequenze aggiuntive a specifici servizi, propedeutiche alla razionalizzazione della banda a MHz, e per l'armonizzazione internazionale dell'uso dello spettro comma Si evidenzia che la banda a Mhz è identificata per essere utilizzata per i sistemi a larga banda entro il E' stato stabilito l'utilizzo delle maggiori entrate derivanti dall'assegnazione dei diritti d'uso delle frequenze in banda 3.

Tali risorse saranno destinate a: Con riferimento al settore televisivo è introdotta commi una modifica relativa alle modalità di determinazione dei diritti d'uso delle frequenze televisive in tecnica digitale. E' previsto infatti che gli importi saranno determinati con decreto del Ministro dello sviluppo economico in modo trasparente, proporzionato allo scopo, non discriminatorio ed obiettivo sulla base dell'estensione geografica del titolo autorizzato, del valore di mercato delle frequenze, tenendo conto di meccanismi premianti finalizzati alla cessione di capacità trasmissiva a fini concorrenziali nonché all'uso di tecnologie innovative.

La disposizione si applicherà anche alle annualità nelle quali gli importi dovuti non sono stati determinati e e si prevede che possa comportare introiti annui per non meno di 32,8 milioni di euro. Sempre in tale ambito va segnalato il rifinanziamento per 10 milioni di euro per il per le finalità di cui all' art. Si tratta, sostanzialmente, della proroga, per un ulteriore anno, della convenzione stipulata fra il Ministero dello sviluppo economico e il Centro di produzione s. In relazione al personale si riduce il finanziamento del rinnovo del secondo biennio economico del contratto collettivo , relativo al settore del trasporto pubblico locale comma Viene introdotta una disciplina tributaria specifica per la promozione del welfare aziendale e l' incentivazione della contrattazione collettiva decentrata , consistente nell'applicazione, per i soggetti con reddito da lavoro dipendente fino a Viene disposto il rifinanziamento di milioni di euro per l'anno , degli ammortizzatori sociali in deroga di cui 18 milioni per il settore della pesca commi e Si prevede il prolungamento, a tutto il , dell' indennità di disoccupazione per i lavoratori titolari di rapporti di collaborazione e dell'integrazione salariale per i contratti di solidarietà stipulati da aziende artigiane comma Si introduce la possibilità di cumulare il riscatto degli anni di laurea con il riscatto del periodo di maternità facoltativa fuori dal rapporto di lavoro comma e si provvede alla rivalutazione degli indennizzi per il danno biologico comma Viene prorogata al la nuova disciplina del congedo di paternità , elevando da uno a due giorni quello obbligatorio comma Per le ulteriori misure in materia di lavoro pubblico si rinvia al paragrafo "pubblico impiego e amministrazioni pubbliche".

Infine, viene prorogato per il il contributo del Ministero del lavoro e delle politiche sociali per il funzionamento di Italia Lavoro Spa , nel limite di 12 milioni di euro comma Il disegno di legge di stabilità reca misure volte all'accelerazione della spendibilità delle risorse destinate agli investimenti cofinanziati con le istituzioni europee , intervenendo sia sulla chiusura del ciclo di programmazione che sul nuovo ciclo Uno specifico intervento riguarda poi il ruolo della Cassa Depositi e Prestiti , ai fini dei progetti ricompresi nel Fondo europeo per gli investimenti strategici FEIS. L'intervento in materia rileva anche ai fini dell'utilizzo, ai fini della manovra delineata dal disegno di legge in esame, della "clausola investimenti", come più avanti si precisa.

Per progetti non conclusi della programmazione a titolarità di Amministrazioni che non risultano beneficiarie di programmi complementari, si prevede — allo scopo di consentire anche a tali amministrazioni di poter chiudere gli investimenti in tempo utile - che le risorse dalle stesse utilizzate siano reintegrate nei loro confronti da parte del CIPE, a valere sulle disponibilità della nuova programmazione del Fondo sviluppo e coesione comma L'utilizzo delle risorse ora consentito dalla norma in esame viene disposto in quanto i progetti cofinanziati dall'Unione europea non conclusi alla chiusura del ciclo di programmazione devono obbligatoriamente essere conclusi con risorse nazionali entro il 31 marzo , pena la perdita e restituzione alla Commissione europea dell'intero contributo europeo di cui tali interventi hanno usufruito nel periodo Per quanto concerne invece il nuovo ciclo , vengono introdotte disposizioni volte ad agevolare la gestione finanziaria degli interventi finanziati dalle risorse europee, in particolare attraverso l'istituzione, da parte delle Regioni e province autonome, di appositi organismi strumentali regionali cui assegnare in via esclusiva la gestione degli interventi europei, finanziati con risorse comunitarie e di cofinanziamento nazionale, di cui ciascuna regione è titolare in quanto soggetto attuatore di Programmi operativi attuativi dei Fondi strutturali commi La finalità che si intende conseguire con le disposizioni in questione è quella di realizzare un contesto contabile più favorevole per gli interventi cofinanziati, superando le difficoltà ed i vincoli di natura finanziaria che talvolta ostacolano la spendibilità delle risorse disponibili per tali investimenti connessi all'operare dei vigenti meccanismi che regolamentano il concorso delle amministrazioni territoriali agli obiettivi di finanza pubblica.

Inoltre si individua la Cassa depositi e prestiti S. A tal fine la norma attribuisce alla CDP la qualifica di istituto nazionale di promozione, ed inoltre prevede che, onde perseguire l'obiettivo di supportare la costituzione delle Piattaforme di investimento previste nell'ambito del Fondo europeo per gli investimenti strategici FEIS , le operazioni finanziarie delle piattaforme di investimento ammissibili al FEIS promosse dalla Cassa depositi e prestiti S. L'insieme delle misure che si sono qui sinteticamente illustrate sono strettamente legate alla flessibilità di bilancio connessa alla cd. Va in proposito rammentato che le spese che possono essere considerate per tale clausola - che equivale a circa 0,3 punti percentuali di Pil - riguardano i cofinanziamenti per progetti di investimento finanziati anche dal FEIS, i cofinanziamenti nazionali per i fondi strutturali europei, le spese per le Reti transeuropee Trans-European Network, TEN e le spese per il Meccanismo per collegare l'Europa Connecting Europe Facility, CEF.

In relazione a tali tipologie di spesa, nell'ambito delle uscite previste per il è previsto un ammontare di spesa nazionale relativa a progetti cofinanziati dall'Unione europea costituita dagli importi, pari a 2,85 miliardi, relativi ai quattro fondi strutturali europei FESR, FSE, FEASR e FEAMP cui si aggiungono le risorse connesse all'iniziativa sull'occupazione giovanile YEI per milioni, le risorse del CEF per 1,05 miliardi e quelle dei cofinanziamenti nazionali di progetti finanziati anche dal FEIS, sempre per 1,05 miliardi. La spesa complessiva ammonta quindi a 5,15 miliardi , e costituisce la base della richiesta della clausola per un ammontare di 0,3 punti percentuali di PIL.

A fronte di tali importi, è contabilizzata una spesa pari a 6,15 miliardi di cofinanziamenti europei. In totale, dunque, l'ammontare di progetti che il Governo intende attivare grazie alla clausola è pari a 11,3 miliardi. La misura dell'agevolazione è differenziata in relazione alle dimensioni aziendali: A tale intervento sono destinate risorse per complessivi milioni di euro per ciascuno degli anni , , e , la cui copertura è disposta:. Un ulteriore misura è introdotta ai commi e , volti a incrementare di 10 milioni di euro per il triennio le risorse del Fondo di rotazione per l'attuazione delle politiche comunitarie destinate alla "strategia per le Aree interne ".

In relazione a tale finanziamento viene ridefinito l'ammontare complessivo delle risorse destinate alla " Strategia nazionale per lo sviluppo delle aree interne del Paese " nella misura complessiva di milioni per il periodo in luogo degli originari milioni , ripartiti in 16 milioni per il , 60 milioni per il , 94 milioni per il e20 milioni per il Va infine richiamato l'intervento operato dal comma , che nell'ambito di una serie di disposizioni volte ad intervenire sulle procedure di verifica dell'utilizzo dei finanziamenti per la realizzazione di interventi e programmi pubblici, istituisce un "Fondo per la riprogrammazione degli investimenti per la crescita" FRIC , a cui affluiscono le risorse dei finanziamenti revocati.

Una speciale disciplina è prevista per le risorse provenienti dal Fondo per lo sviluppo e la coesione FSC. Tali risorse saranno incluse in una sezione speciale del Fondo e per esse continuerà ad essere possibile la conservazione nel conto dei residui delle somme non impegnate al termine dell'esercizio precedente, per essere utilizzate nell'esercizio successivo. Inoltre, mentre per l'assegnazione delle risorse del FRIC non sono previsti vincoli programmatici, settoriali o territoriali, le risorse del FSC rimarranno vincolate alla chiave di riparto territoriale vigente al momento della nuova assegnazione.

Il comma successivo interviene sulla disciplina della composizione del CIPE e della delegabilità della presidenza del Comitato medesimo. Quanto al primo aspetto. In tema di politiche sociali vanno ricordate le misure adottate in tema di lotta alla povertà. Viene istituito presso il Ministero del lavoro e delle politiche sociali il Fondo per la lotta alla povertà e all'esclusione sociale , al quale sono assegnati milioni di euro per il e un miliardo di euro a decorrere dal Le risorse del Fondo costituiscono i limiti di spesa per garantire l'attuazione di un Piano nazionale per la lotta alla povertà e all'esclusione , adottato con cadenza triennale. Per il le risorse stanziate sono ripartite tra alcuni interventi prioritari: Tra gli interventi prioritari vengono collocati quelli diretti a nuclei familiari in modo proporzionale al numero di figli minori o disabili e tenendo conto della presenza al loro interno di donne in stato di gravidanza accertata Per gli anni successivi al , un miliardo di euro stanziato a regime viene finalizzato all'introduzione di un'unica misura nazionale di contrasto alla povertà e alla razionalizzazione degli strumenti e dei trattamenti esistenti.

E' stata poi istituita la carta della famiglia , destinata, su richiesta, alle famiglie - costituite da cittadini italiani o da stranieri regolarmente residenti nel territorio nazionale -, con almeno 3 figli minori a carico. La carta è rilasciata previo pagamento dei costi di emissione dai comuni, secondo i criteri e le modalità stabiliti, sulla base dell'ISEE, con apposito decreto ministeriale e consente sconti per l'acquisto di beni e di servizi ovvero riduzioni tariffarie con i soggetti pubblici o privati che intendano aderire all'iniziativa.

Inoltre viene istituito presso il Ministero del lavoro e delle politiche sociali un Fondo , con una dotazione di 90 milioni di euro a decorrere dall'anno , destinato alla copertura finanziaria di interventi legislativi recanti misure per il sostegno di persone con disabilità grave prive di legami familiari. Viene poi incrementato — di milioni di euro annui a decorrere dal - lo stanziamento del Fondo per le non autosufficienze anche ai fini del finanziamento degli interventi a sostegno delle persone affette da sclerosi laterale amiotrofica.

Poiché la legge di stabilità L. Sono inoltre stanziati 5 milioni di euro per l'anno al fine di potenziare i progetti riguardanti misure per rendere effettivamente indipendente la vita delle persone con disabilità grave. È autorizzata la spesa di 1 milione di euro, per l'anno , in favore dell'Ente nazionale per la protezione e assistenza dei sordi , con vincolo di destinazione alla creazione ed al funzionamento annuale del costituendo Centro per l'autonomia della persona sorda con sede in Roma. Vengono poi definite le modalità di riparto del contributo annuo dello Stato all'Unione italiana ciechi , di cui alla legge n.

Tomo II: Legge di stabilità Schede di lettura A. I disegni di legge di bilancio e di stabilità per le parti di interesse della Commissione Affari costituzionali A. Legge di stabilità - Quadro di sintesi degli interventi - A. Schede di lettura. Quadro di sintesi degli interventi. Legge di stabilità - Sintesi degli emendamenti approvati dalla Camera dei deputati - Edizione provvisoria.

Modifiche approvate dalla Camera dei deputati al disegno di legge di stabilità A. Legge di stabilità - Quadro di sintesi degli interventi - Seconda edizione AC. Chiarimenti a Telefisco Web tax - cos'è e a chi si applica. Riporto perdite fiscali: Qui di seguito i punti principali della legge: Comunicato Stampa Consiglio dei Ministri n. Disegni di legge - Emendamenti , Legge di bilancio , Canone Rai in bolletta Prodotti per Disegni di legge - Emendamenti , Legge di bilancio , Canone Rai in bolletta Detrazioni ristrutturazioni e risparmio energetico Valutazione d'azienda e Affrancamento: Esterometro eBook.

Pensioni eBook. Il regime forfettario eBook. La Pace Fiscale: Estromissione immobili imprenditore individuale Excel. Commenti salve la casa dove abito e' di proprieta' di mio padre che a sua volta comprando le quote dei fratelli , al momento che io dovevo sposarmi mi ha dato la casa per aiutarmi inizialmente mentre lui e' stato sempre in affittoda 50 anni fino ad oggi -io ho pagato per lui sempre l'imu come econda casa e tasi - ma e' possibile tutto questo? Commento di salvatore Mandami una e-mail se qualcuno mi risponde. Sito internet. Inserisci codice di verifica.

Seguici sui social.

Parlamento Italiano - Disegno di legge S. - 17ª Legislatura

Nel Mezzogiorno si pensa di potenziare il superammortamento sugli acquisti di beni strumentali e la decontribuzione sulle nuove assunzioni. La Legge di Stabilità prosegue il piano di taglio delle tasse, avviato lo . Prodotti per Disegni di legge - Emendamenti, Legge di bilancio. Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato ( legge di stabilità ) .. Emendamenti. Art. 1 Fai click per espandere questa. La Legge di Stabilità , la seconda manovra economica varata da governo Renzi da quando è in carica, è ormai entrata in cantiere. Elenco degli emendamenti relativi a S [Legge di Stabilità ] Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato ( Legge di. Disegno di legge di stabilità A.C. Sintesi degli emendamenti approvati dalla V Commissione Bilancio. Aggiornato al 15 dicembre. A.S. , Legge di Stabilità – Emendamenti approvati. Senato della Repubblica, Commissione programmazione economica, bilancio.

Toplists